Bonus Mobili anche nel 2024

Incentivi sull’acquisto delle cucine: come ottenere il Bonus detto anche arredi nel 2023 e 2024. Nel 2024 il bonus mobili scenderà da 8.000 a 5.000.

Significa che il contribuente recupererà il 50% del valore dell’acquisto, nel 2023 pari a 4.000 e nel 2024 sarà pari a 2.500. Questo è quanto contenuto nella Circolare n. 29/E/2013

cosa cambia dal bonus mobili 2023

Si conferma quindi il bonus mobili anche per l’anno 2024 sempre come agevolazione fiscale per l’acquisto di arredi, cucine, camere ed elettrodomestici per uso abitativo legato a una ristrutturazione. Comunque deve essere una manutenzione straordinaria.

Peri il bonus mobili 2023 e 2024 sono ammesse soltanto abitazioni private sia esse di piccole, medie dimensioni sia di grandi dimensioni, indipendentemente dal reddito del richiedente.

In particolare, riguarda acquisti di mobili ed elettrodomestici per la cucina in classe energetica A per il forno, E per lavastoviglie, F per frigo e congelatori.

Il recupero del 50% speso andrà in detrazione dalla dichiarazione dei redditi dall’anno successivo a quello della presentazione della domanda, spalmato in 10 anni. Va calcolato sulla cifra massima di 8.000 euro, quindi, un recupero massimo di 4.000, per l’anno 2023, sarà ridotto a 5.000 e quindi 2.500 di recupero nel 2024

Per accedere al credito gli importi dovranno essere versati con bonifico bancario nell’anno 2023 o comunque con mezzi tracciabili.

Le spese sostenute dal 1 gennaio 2024 andranno al regime di sconto sempre del 50% ma prenderanno come base massima di calcolo 5.000 euro.

La spesa verrà accredita con la presentazione del modello 730 persone fisiche. Il contribuente deve essere la stessa persona possessore dell’immobile e anche chi sostiene le spese di ristrutturazione.

Per avere maggiori informazioni sugli incentivi fiscali per l’acquisto di una cucina, o di altri arredi puoi rivolgerti nei punti vendita di cune e arredamenti. Il punto vendita di cucine che sostiene questa iniziativa è lo Stosa store Cagliari